IL CLIMA COME ARMA. Con Stefano Montanari



#Speciale di mercoledì 22 giugno alle 13 di #100GiornidaLeoni con Riccardo Rocchesso e Stefano Montanari. 💯❤️ SOStieni 100 Giorni da Leoni tramite una DONAZIONE all’IBAN: IT12V0874961800000000464984
intestato ad Associazione Culturale 100 Giorni da Leoni o su PayPal: https://tinyurl.com/3y9hrtpw
Il tuo contributo è l’unico che ci permette di #Resistere ❤️
SEGUICI su Telegram: https://t.me/centogiornidaleoni

36 thoughts on “IL CLIMA COME ARMA. Con Stefano Montanari

  1. Creeranno continue emergenze per portare avanti il loro progetto antiumano secondo agenda. Sta a noi essere la chiave inglese di traverso dentro i loro satanici ingranaggi.

  2. questo uomo è un grande : " ho 70anni tra un po nn ci sarò piu … muoio" detto con la tranquillità che compete ad un ineluttabile evento naturale … invece per la maggior parte delle persone la morte è un tabù … su di essa viene applicato un processo di posticipazione cognitiva e cosi ignorando la morte si finisce per ignorare la vita. …

  3. Esatto, già nella seconda metà degli anni 40 i contadini sparavano in aria piccoli "missili" per inseminare le nuvole e far piovere ovunque fosse necessario grazie allo ioduro d'argento.

    Queste semplici tecniche sono state successivamente sfruttate in ambito militare e poi trasformate in ciò che oggi chiamiamo Geoingegneria Climatica. Hanno sostituito i composti chimici creando effetti temporanei opposti alla pioggia forzata, e nocivi per la nostra salute.
    Vi basta osservare ciò che resta in sospensione nei nostri cieli, le cupole riflettenti che coprono le nostre città, o semplicemente guardare sulle auto ciò che resta dopo due gocce d'acqua e le nuvolette di micro e nano particelle che si vedono per terra, in controluce, se avete una terrazza pavimentata quando si smuove un filo d'aria.

    Ci stanno avvelenando da molti anni ormai, in tutti i modi possibili, e la maggior parte delle persone, nonostante le evidenze ancora pensano che siano fantasie.
    D'altronde se la TV non ne parla… 🤮
    (Tengo a precisare comunque che l'uomo riesce a modificare le condizioni climatiche a livello superficiale e soltanto per periodi di tempo limitato. Il clima globale dipende da fattori interni ed esterni al nostro pianeta che l'essere umano non sarà mai in grado di controllare.
    I dati che abbiamo da oltre 20 anni, grazie alie analisi chimiche dei carotaggi di ghiaccio "antico" risalenti fino a 500mila anni fa, ci dimostrano inequivocabilmente che sulla Terra ciclicamente avvengono sbalzi di temperature MEDIE mostruose!)

    Pierluigi Ighina era il maestro italiano della fisica climatica.
    Lo stesso Prodi (il fratello buono, intelligente e simpatico) lo conosceva caro Stefano.
    Venne interpellato insieme ad altri studiosi accademici per cercare di comprendere ciò che quel "contadino ricercatore" combinava.
    Se se non sbaglio realizzarono anche un reportage sulla R*i dei tempi andati…
    Grazie all'ingegno e a semplici ma fondamentali nozioni di base poteva modificare localmente le condizioni metereologiche.
    Prima per denigrarlo alcuni lo chiamavano "svitato", oggi invece sarebbe stato additato come complottista!
    🤮

  4. Un paese da 30 anni con una classe politica che ha solo distrutto invece che costruire, che presente e che futuro può avere…? Se non quello di sparire…

  5. L' acqua " ancora buona" deve essere risparmiata per quei pochi che rimarranno dopo la depopolazione ma soprattutto per la loro stirpe, i loro amici e magari qualche amico degli amici

  6. Grandissimi super Montanari Morago e Soprattutto Riccardo Grazie di esistere Persone come voi.Speriamo che gli italioti si svegliano tutti,anche ieri sotto il Sole Cuocente in auto barricati dentro con la Museruola addosso una coppia di giovani davvero assurdo,pazzesco non trovo parole per descrivere questo Scempio assurdo.

  7. (cit.): "L'agricoltura in Italia è 'vecchia', e consuma tantissima acqua". Ma dove? in quale film?? Qua in Emilia Romagna, attualmente nelle campagne si vedono pochissimi irrigatori, tanto che ormai è quasi fin raro vederne uno in funzione; ricordo che quando ero bambino, negli anni metà '80 e anni '90, in quelle stesse zone sè nè vedevano tantissimi in funzione durante questa stagione che irrigavano i campi coltivati. Quindi, di certo, attualmente in Italia l'agricoltura non è assolutamente vero che "consuma" tantissima acqua, anzi è semmai vero l'esatto contrario: si irriga pochissimo, assai al di sotto delle quantità che servirebbero a garantire una adeguata irrigazione dei campi coltivati. Ed è da svariati anni, più o meno un decennio, che persiste questa situazione di sotto-irrigazione.

  8. Sono almeno 15 anni che solo in un punto ben visibile nel posto in cui vivo esiste una perdita enorme resa pubblica ma sta sempre lì…. Loro invece che creare delle figure professionali fra i giovani del luogo al livello comunale… formandoli e retribuendoli adeguatamente preferiscono far gestire a ditte private i cui lavoratori devon pure prendere le trasferte per avere una giusta retribuzione… E quelli del luogo a cercar lavoro altrove o a spasso…. Comune di Piedimonte Etneo… Sotto circa undici faglie acquifere…. anzi sopra…. è stato presentato un progetto a livello europeo per crearci una profumata linea fognaria che le attraversa… I cittadini di una piccola comunità si sono riuniti mesi fa per una raccolta firme di cui non conosco l'evoluzione….

  9. Certamente il primo Grande disastro è l'inquinamento e lo spreco di acqua e terreno,(inclusi i terreni per produrre cibo per gli allevamenti), per l'industria disumana della produzione di carni e derivati. GO VEGAN IT'S HEALTHIER AND SO MUCH MORE ETHICAL AND SUSTAINABLE 👍❤️

  10. Riccardo, c'è una cosa che dovresti chiedere al dott. Montanari e che vorrei capire: lui dice che non ha potuto studiare i vaccini perché c'è il segreto militare. Pochi minuti fa ho visto un pezzo tratto dalla trasmissione ' report ' in cui si parla di 100 milioni di dosi donate dall'Italia alla Tunisia e ad altri paesi africani che per la loro scadenza troppo ravvicinata sono stati portati in discarica.
    SE UNO SCIENZIATO VUOLE STUDIARLI NON PUÒ PRENDERE IN QUESTI LUOGHI TUTTE LE FIALE CHE VUOLE?????

  11. HARE KRISHNA. argomento ACQUA mi interessa molto. Dato che è da tanti anni che cerco. LE SORGENTI. eee mó permettetemi ma mi INCAZZO TANTO. ALLORA PARLANDO CON I VECCHI ANZIANI DI VARI PAESI.DI MONTAGNA. MI HANNO DETTO CHE AI LORO TEMPI C ERONO MOLTE FONTANE E FONTANE CON VASCONI LIBERE SEMPRE APERTE C ERONO LE VASCHE X FAR BERE GLI ANIMALI. COME MUCCHE. CAVALLI ECC ECC. C ERONO LAVATOI DOVE LE DONNE ANDAVONO A LAVARE I PANNI. C ERONO MOLTE FONTANE DI SORGENTE SEMPRE APERTE CHE SCORREVONO SEMPRE APERTE LIBERE. POI QUANDO SONO INIZIATE LE DITTE PRIVATE. COME ACAM. LA MAGGIOR PARTE DI TUTTE QUESTE FONTANE SONO STATE CHIUSE. IN VERITÁ NON È MAI STATO UNO SPRECO LASCIARE LE ACQUE LIBERE E SEMPRE APERTE. XKÈ SEMPLICEMENTE E NATURALMENTE UNA VOLTA ERONO PIÙ INTELLIGENTI I CONTADINI. XKÈ SI TRAMANDAVONO LE USANZE SENZA IL BISOGNO DI ANDARE A STUDIARE FISIOLOGIA NELLE UNIVERSITÁ. BASTAVA SOLO FARE I CONTADINI E VIVERE SULLE MONTAGNE X CAPIRE OSSERVARE. LASSÙ IN ALTO DALLE MONTAGNE OOO COLLINE. CHE TUTTA QUESTA ACQUA CHE SCORREVA LIBERA. NON SI SPRECAVA ASSOLUTAMENTE. XKÈ LE ACQUE QUANDO SCORRONO BAGNANO I TERRENI. IRRIGONO I CANALI. E TUTTA QUESTA UNICITÁ POI DURANTE IL GIORNO CON IL CALORE DEL SOLE. OSSERVANDO SI NOTA CHE QUESTA UNICITÁ CHE SCORRE COL CALORE DEL SOLE SI CONDENSA. FORMA LE NEBBIE. E POI VA NELL ARIA. COME GUARDARE LE ZONE DOVE SCORRONO I CORSI DEI FIUMI. ALL ALBA A OGNI ALBA QUANDO ARRIVA IL SOLE. SI FORMONO LE NEBBIE UMIDITÀ KE SI CONDENSA COL CALORE DEL SOLE. DOVE POI VA NELL ARIA. E QUI MI FERMO. CONOSCO IL SIGNORE DELLE NUVOLE. IL SIGNOR IGHINI. E PENSATE CHE RAI 3 ANNI FA CEVA COSE PIÙ INTERESSANTI. VI RINGRAZIO X OGNI VOSTRA PUNTATA. DOVE RIUSCITE SEMPRE A FARMI INCAZZARE. NON CON VOI CI MANCASSE !!!!!!!!! MA X I PROBLEMI CHE PURTROPPO CI SONO HARE RAMA.

  12. Razionano l'acqua per farci comprare l'acqua minerale. e per quanto riguarda le coltivazioni, propongono la canapa che ne richiede poca . Pratesi propone che non facciamo la doccia e che cambiamo le mutande solo ogni 3 giorni, prevede il ritorno alle caverne

  13. Caro Riccardo, io voglio far pubblicità sul tuo canale in settembre, tienimi informata.
    Non molliamo mai!!!!
    Siete fantastici, te e tuoi super ospiti adorabili, veri, coerenti.
    TANTA ROBA!!!!!
    GRAZIE DI TUTTO!!

  14. Grazie davvero! Ci penserà la Natura a riprendersi la sua bellezza. Non so come ma l'uomo sfigura davvero di fronte a tutte e dico le altre specie animali e vegetali e di fronte allo spettacolo del nostro Pianeta e Universo e forse davvero non merita ciò di cui non sa godere.

Leave a Reply

Your email address will not be published.